HERALASTIC CEM

heralastic cem

MALTA BICOMPONENTE A BASE CEMENTIZIA MODIFICATA CON POLIMERI SINTETICI AD ELEVATA ELASTICITÀ PER L'IMPERMEABILIZZAZIONE DI TERRAZZE, BALCONI E PISCINE.
APPLICABILE A SPATOLA O ANCHE A SPRUZZO.

CONFORMITÀ
HERALASTIC CEM è un impermeabilizzante cementizio conforme alla norma UNI EN 14891 “Prodotti impermeabilizzanti applicati liquidi da utilizzare sotto a piastrellature di ceramica incollate con adesivi”.

CARATTERISTICHE TECNICHE

HERALASTIC CEM è una speciale malta cementizia bicomponente elastoplastica e microfibrata, a base di speciali leganti idraulici ad alta resistenza meccanica, inerti silicio/quarzosi selezionati a granulometria fine,

additivi speciali e da polimeri acrilici in emulsione acquosa ad alta flessibilità, miscelati tra loro secondo i ristretti standard qualitativi del laboratorio HERAKEM. Miscelando i due componenti si ottiene un impasto scorrevole e facilmente applicabile a spatola o, su grandi superfici, anche a spruzzo mediante macchina intonacatrice, sia su superfici verticali che su sottofondi orizzontali, in spessori di 2 mm per singola mano.HERALASTIC CEM grazie all’alta qualità delle materie prime impiegate nella sua composizione, una volta indurito, è caratterizzato da una elevata elasticità che viene mantenuta anche a basse temperature; da una totale impermeabilità all’acqua e da un’elevata resistenza alle sostanze aggressive quali cloruri, solfati e anidride carbonica.
HERALASTIC CEM ha un’ottima adesione sia su supporti porosi come massetti e intonaci cementizi, che su supporti compatti tipo calcestruzzo e vecchie piastrelle ceramiche o pietre naturali.
Questa caratteristiche, unitamente alla caratteristica di resistere all’effetto degradante dei raggi ultravioletti, fanno si che tutte le superfici rivestite e protette con HERALASTIC CEM siano durevoli nel tempo.

CAMPO DI APPLICAZIONE 
  • Impermeabilizzazione di ambienti domestici prima della posa di pavimenti ceramici in bagni, docce, cucine, ecc.
  • Impermeabilizzazione prima della posa di pavimenti ceramici in esterni su balconi e terrazzi; ripristinando l’impermeabilizzazione consente la sovrapposizione di un nuovo pavimento senza la demolizione del vecchio.
  • Impermeabilizzazione di locali permanentemente in immersione, come vasche, cisterne, piscine, ecc..
  • Protezione flessibile ed impermeabile di superfici in calcestruzzo e di intonaci.
  • Rivestimenti impermeabili e protettivi di superfici in calcestruzzo soggette ad aggressioni chimiche quali, ad esempio, sali antigelo, solfati, ecc (soprattutto quando lo spessore del copriferro risulta inadeguato).
  • Protezione di muri, superfici, getti e manufatti controterra o da interrare.
  • Impermeabilizzazioni in genere con spinta positiva.
  • Rasature impermeabili e flessibili di intonaci microfessurati.

 

TIPO CONFEZIONI   Sacco da 20Kg / tanica da 6,66kg

 

INDICAZIONI OPERATIVE

Prima di iniziare le operazioni è necessario verificare che non vi sia presenza di umidità di risalita dal massetto o dalle pareti, perché la spinta negativa dell’umidità e la formazione di efflorescenze saline possono pregiudicare l’aderenza del prodotto al sottofondo. Soltanto dopo aver bloccato le risalite di umidità, ripulito le superfici ed atteso l’essicazione dei sottofondi, si potrà proseguire nell’applicazione.
Nel caso di strutture destinate al contenimento d’acqua (per uso non alimentare), verificarne l’idoneità mediante una prova di precarico (collaudo statico). I supporti da trattare devono essere solidi, puliti, privi di parti distaccanti, polvere, olii disarmanti, ruggine e quant’altro possa pregiudicare una buona adesione.
I sottofondi devono essere stagionati e maturi: 28 giorni, o una settimana per ogni centimetro di spessore del sottofondo, sono i tempi di attesa per intonaci e massetti. Per il calcestruzzo si richiedono almeno i tre mesi di maturazione, mentre su massetti rapidi è necessaria una sola settimana.
Le strutture in calcestruzzo ammalorato devono essere precedentemente ripristinate.
Eventuali fessure di assestamento da ritiro plastico o igrometrico dei massetti cementizi vanno sigillate.
Superfici leggermente “spolveranti” devono essere pre-trattate con apposito primer consolidante.
Inumidire leggermente i supporti cementizi eccessivamente porosi ed assorbenti prima dell’applicazione del prodotto.
Nel caso di posa su piastrelle ceramiche è necessario verificare che tutte le vecchie piastrelle siano ben ancorate. Pulire e sgrassare accuratamente la superficie del vecchio pavimento mediante un lavaggio con detergente basico o altro detergente idoneo. Se ciò non bastasse, prevedere una pulizia meccanica al fine di rimuovere tutte le parti inconsistenti ed i materiali che non permettono l’adesione. Nelle impermeabilizzazioni, tutti gli angoli (parete-pavimento e parete-parete) e giunti di dilatazione devono essere ricoperti da apposita “bandella” elastica; in piscine e nelle applicazioni più critiche, fra parete e pavimento è inoltre necessario creare una “sguscia” a coda di rondine da riempire con un apposito betoncino antiritiro. La bandella elastica deve essere utilizzata anche per gli eventuali scarichi, “pilette”, o “attacchi tecnici”.

Versare il componente B (liquido) in idoneo recipiente pulito; aggiungere quindi lentamente, sotto agitazione meccanica, il componente A (polvere). Mescolare accuratamente con un agitatore meccanico a basso numero di giri in modo che la malta non inglobi aria, fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi. Evitare di preparare l’impasto manualmente.

HERALASTIC CEM può essere applicato mediante l’utilizzo di spatola liscia in acciaio, direttamente sul supporto, in due mani successive incrociate, realizzando uno spessore totale non inferiore ai 3 ÷ 4 mm. Prima di applicare la seconda mano (fresco su fresco) attendere l’asciugamento della prima (dopo circa 3 ore in base all’assorbimento del sottofondo ed alle condizioni ambientali).
HERALASTIC CEM può essere applicato a spruzzo, mediante macchina intonacatrice munita di lancia per rasatura, in almeno due mani, in spessori massimo per strato di circa 1÷1,5 mm in modo da avere uno spessore finale non inferiore ai 3 mm.
Nell’impermeabilizzazione di terrazze, balconi, vasche, piscine e in zone caratterizzate da microfessurazioni o particolarmente sollecitate, si consiglia di annegare nel primo strato ancora fresco di HERALASTIC CEM una apposita rete in fibra di vetro alcali-resistente con maglie di 4 x 5 mm, avendo cura di sovrapporla per almeno 5 cm nelle zone di giunzione. Una volta posizionata la rete, attendere l’essicazione del prodotto prima di applicare il secondo strato.
N.B. Applicare le bandelle elastiche in corrispondenza delle giunzioni pavimento/parete annegandolo nella malta di HERALASTIC CEM. Applicare la bandella elastica anche per realizzare giunti di dilatazione impermeabili.
La posa di piastrelle ceramiche o pietre naturali sulla membrana a base di HERALASTIC CEM può essere eseguita trascorsi almeno 5 giorni di maturazione (in condizioni favorevoli di temperatura), a giunto aperto, utilizzando l’adesivo per piastrelle di classe C2 HERAGRESS o HERAFLEX.

EUH 208 contiene cemento. Può provocare una reazione allergica. Il prodotto non è tossico, però il cemento portland contenuto può causare irritazioni alla pelle e gravi lesioni oculari. Non respirare le polveri, aerare gli ambienti durante la miscelazione e proteggersi adeguatamente con guanti, indumenti protettivi ed occhiali. Prima dell’utilizzo leggere attentamente le indicazioni riportate sulla confezione e consultare la Scheda Dati di Sicurezza.
  • Non aggiungere al prodotto calce, cemento o altre sostanze estranee.
  • Applicare il prodotto con temperature comprese tra +5°C e +35°C.
  • Non utilizzare il prodotto per spessori maggiori di 2 mm per mano
  • In presenza di climi caldi si consiglia di proteggere le confezioni dai raggi diretti del sole.
  • Dopo l’applicazione, l’area trattata deve essere protetta con teli allo scopo di evitare una rapida essiccazione.
  • I sottofondi devono essere maturi ed asciutti, privi di risalite di umidità; eventuali crepe o fessurazioni devono essere riparate con sigillante bicomponente epossidico colabile.
  • Proteggere i lavori eseguiti per almeno 24 ore da piogge o dilavamenti e per almeno 7 giorni dal gelo o dal sole battente.
  • Non applicare su sottofondi gelati o comunque a temperature ambientali inferiori ai + 5°C.
  • Prima del riempimento di vasche e cisterne attendere almeno 21 giorni dall’applicazione; risciacquare abbondantemente con acqua prima del loro utilizzo.
  • Non applicare direttamente su superfici bituminose. Pretrattare con apposito primer.
  • Non applicare per contenere acqua in controspinta
  • Non utilizzare il prodotto per applicazioni non segnalate su questa scheda tecnica.
Gli attrezzi impiegati per la posa devono essere puliti con acqua prima dell’indurimento dell’adesivo; successivamente la pulizia può avvenire soltanto mediante asportazione meccanica, aiutandosi con alcol o solventi.
Conservare il prodotto negli imballi originali integri, in locali asciutti e ed utilizzare entro 12 mesi dalla data stampigliata sul sacco. Prodotto conforme al DM 10/05/2004. Contenuto di Cr VI inferiore a 2 p.p.m.
I supporti dovranno essere impermeabilizzati e/o protetti con malta a base cementizia bicomponente tipo HERALASTIC CEM della HERAKEM, applicabile a spatola o a spruzzo in due mani ciascuna di 2 mm, lo spessore finale non dovrà essere inferiore a 3 ÷ 4 mm. Il prodotto dovrà garantire caratteristiche di crack bridging ability secondo la norma europea UNI EN 14891
COMPONENTE A
Aspetto polvere grigio 
Massa volumica apparente in kg/m3 ca 1350 
Rapporto d’impasto componenti predosati 
Infiammabilità no 
COMPONENTE B
Aspetto liquido bianco 
Massa volumica apparente in kg/m3 ca 1050 
Rapporto d’impasto componenti predosati 
Infiammabilità no 

DATI APPLICATIVI
Applicazione spatola o spruzzo
Tempo utile d’impiego in minuti *50
Spessore minimo per mano in mm 1,5
Spessore massimo per mano in mm 2
Tempo di attesa tra 1° e 2° mano in ore *3÷5
Consumo in Kg/m2 Ca. 1,6  per 1mm
Temperature durante l’applicazione min.+5°C, max.+35°C
Tempo di attesa per la posa di piastrelle in giorni 5
  
PRESTAZIONI FINALI VALORE secondo UNI EN 14891
Adesione iniziale in N/mm2 ≥0,5 
Adesione dopo immersione acqua in N/mm2 ≥0,5
Adesione dopo azione del calore in N/mm2 ≥0,5
Adesione dopo immersione acqua di calce in N/mm2 ≥0,5
Adesione dopo cicli gelo/disgelo in N/mm2 ≥0,5
Crack bridging ability in mm ≥0,75
Impermeabilità pressione dell’acqua di 1,5 bar per 7gg. Prova superata
La presente scheda tecnica si basa sulle conoscenze acquisite grazie alla nostra esperienza. Ci riserviamo il diritto di modificare i dati in essa contenuti in conseguenza di miglioramenti e progressi tecnici. Considerando i diversi materiali e le diverse tecniche di lavorazione, non sottoponibili al nostro diretto controllo, non possiamo assumere alcuna responsabilità per l’uso di queste indicazioni. Consigliamo pertanto di eseguire sufficienti prove in proprio e consultare il nostro servizio di Assistenza Tecnica.